Briosche

Briosche

domenica 22 gennaio 2012

I Paccheri al Coccio

IPaccheri al Coccio

Buona domenica,avete trascorso un buon week end? Oggi come già sapete,a casa mia si mangia pesce.
E così avendo dei cocci in frigo, io e Ale abbiamo deciso di fare un piatto unico e buonissimo,
I paccheri al coccio o (gallinella).

Ingredienti per 2 :

220 gr di paccheri (di ottima qualità)
3 cocci (gallinelle) da circa 250 gr cadauno
una manciata di pomodorini ciliegini
prezzemolo
2 spicchi d'aglio
olio extra vergine di oliva
sale
peperoncino

Procedimento:

Fatevi pulire i cocci dal vostro pescivendolo di fiducia .
Tagliateli a cubetti.
Tagliare la lisca in due o tre parti, far soffriggere uno spicchio d'aglio in un pentolino con poco olio, quando è imbiondito unire le lische e la testa e far soffriggere a fiamma viva. Aggiungete un paio di bicchieri d'acqua e i gambi di prezzemolo schiacciati. Portare ad ebollizione e lasciate restringere a fuoco basso.
Tagliare i pomodorini in due, fate soffriggere l'altro aglio schiacciato in una padella larga con un pò d'olio un po' di peperoncino.
Quando l'aglio è dorato, unite i pomodorini.
Lasciate insaporire, abbassate la fiamma, unite una piccola parte dei cubetti del coccio, un paio di mestolini del brodetto insieme a un po' di prezzemolo tritato, appoggiare sul sughetto i due cocci interi e incoperchiare.
Dopo pochi minuti girare i cocci, aggiungete un altro mestolino del brodetto e incoperchiare di nuovo.
Proseguire la cottura a fuoco basso fino a che la carne non comincia a staccarsi dalla lisca. Togliere i due cocci e riservarli al caldo (tra due piatti).
Aggiungere i cubetti rimanenti di coccio e far saltare a fiamma viva per pochi minuti fino a che non cominciano a sbianchire. A questo punto salare, unire un paio di cucchiai di acqua di cottura della pasta che, nel frattempo, avremo messo a cuocere (molto al dente) e i paccheri scolati.
Far saltare a fiamma viva unendo un mestolino di brodetto e continuare a saltare la pasta fino a che il sugo non sia diventato cremoso.
Impiattate e terminate con una spolverata di prezzemolo.




Posta un commento

Cerca nel blog

Google+ Followers

Post più popolari