Briosche

Briosche

venerdì 18 novembre 2011

Gli Struffoli di Mamma

Gli Struffoli di Mamma

Eccoci!! voi direte questa è pazza!!!!! Nooo..allora è vero siamo ancora a Novembre,ma l'atmosfera natalizia è già qui. Se ci giriamo intorno siamo già invasi da luci ,alberi di natale e dall'arrovelarci per sapere cosa regalare!!!
Intanto io vi lascio il mio contributo così entro in atmosfera anch'io e, soprattutto, la mia atmosfera...quella della tradizione napoletana....quella che mi riporta a quando ero bambina ed aiutavo a fare gli struffoli alla mia Mammì!!! Solo che a casa mia ...non si facevano solo un piatto di struffoli...ma minimo erano 10-15 piatti (grandi),di struffoli!! E' sì, perchè da noi c'è anche l'usanza di regalarli e, quindi era: un piatto per noi,uno per la signora a fianco, uno per zia, e così via.
Infatti mia madre iniziava la mattina presto e alle 19 di sera ancora si impiattava!! La cosa fantastica e che c'era un profumo fantastico....buoni!! Io vi lascio la ricetta della mia Mammì,tanto per me più buoni di quelli.....!!

Ingredienti:

- Farina 500 gr (setacciata)
- Uova 5
- 5 cucchiai d'olio
- 2 bustine di vaniglia
- zucchero 5 cucchiai (setacciato)
- 1 pizzico di lievito pan degli angeli
- Scorza di 2 limoni grattuggiata
- Sale un pizzico

Per condire e decorare:

-Miele 450 gr (sottile,non grezzo)
-1 scorza d'arancia
-1 cucchiaino di zucchero
-olio d'arachide per friggere (in abbondanza)
-confettini colorati (a Napoli si chiamano "diavulilli")
-confettini cannellini (confettini che all'interno contengono aromi alla cannella)
-100 gr di arancia candita
-100 gr di cedro candito

Procedimento:

Disponete la farina a fontana sul piano di lavoro, impastatela con uova, burro, zucchero, la scorza grattugiata di 2 limoni,la vaniglia, un pizzico di sale e un pizzico di lievito pan degli angeli. Ottenuto un amalgama omogenea .
Poi lavoratela ancora brevemente e dividetela in pallottole grandi come arance, da cui ricavare, rullandoli sul piano infarinato, tanti bastoncini spessi un dito; tagliateli a tocchettini che disporrete senza sovrapporli su un telo infarinato.
Al momento di friggerli, porli in un setaccio e scuoterli in modo da eliminare la farina in eccesso.

Friggeteli pochi alla volta in abbondante olio bollente in una pentola alta: prelevateli gonfi e dorati,coloriti. Sgocciolateli e depositateli ad asciugare su carta assorbente da cucina.

Sempre in una pentola alta,fate liquefare il miele con la scorza di un arancio, abbassate la fiamma e unite gli struffoli fritti che nel frattempo se devono essere totalmente raffreddati (perciò se ritenete più opportuno questa operazione con il miele potete farla anche in un secondo momento).
Quindi una volta sciolto bene il miele versate gli struffoli rimescolando delicatamente fino a quando non si siano bene "impregnati" di miele.
Prendete quindi il piatto di portata,e disponete gli struffoli.
Poi, a miele ancora caldo, prendete i confettini e la frutta candita restanti e spargetela sugli struffoli in modo da cercare di ottenere un effetto esteticamente gradevole.
Quando il miele si sarà solidificato, togliete delicatamente il barattolo dal centro del piatto e servite gli struffoli.


Posta un commento

Cerca nel blog

Google+ Followers

Post più popolari